+39 080-2141350 +39 080-3382183 [email protected]

Invio Telematico dei Corrispettivi: come adeguarti in tempo?

L’Adeguamento al Registratore di cassa Telematico, è un’operazione progressiva e obbligatoria che  rivoluzionerà il punto cassa di ogni negozio, ristorante o catena di negozi. Si passerà dall’attuale cassa, ad un’infrastruttura completa e certificata con la funzione di memorizzazione ed invio dei corrispettivi, con la garanzia di una connessione sicura e inalterabile diretta all’Agenzia delle Entrate. Due sono le date importanti da ricordare per questo adeguamento: il 1° luglio 2019, per tutte le attività che hanno un fatturato annuo maggiore di 400.000 euro; il 1° gennaio 2020 per tutte le attività che hanno un fatturato annuo inferiore a 400.000 euro.

Lotteria degli Scontrini

Dal 1° Gennaio 2020 è prevista l’entrata in vigore della Lotteria degli Scontrini, un potente strumento di lotta all’evasione fiscale testato già in Portogallo e In Albania e ora annunciato, senza ulteriori proroghe, dal Decreto Fiscale 2019. Ma che cos’è esattamente la Lotteria degli Scontrini? Il procedimento della Lotteria degli Scontrini è di tipo collaborativo, perché incentiva i clienti a richiedere lo scontrino a fronte di ogni acquisto che superi una determinata soglia di prezzo, e a lasciare il proprio codice fiscale al negoziante.
La partecipazione all’estrazione è quindi condizionata da: età del cliente (solo maggiorenni), ogni informazione della singola operazione, codice fiscale, importo e modalità di pagamento.
Altro elemento essenziale per realizzare il processo automatico di estrazione a sorte è l’emissione di un nuovo tipo di scontrino dotato di un codice specifico abbinato alla Lotteria Nazionale.
Cosa si vincerà? I premi non sono in denaro e alcuni di questi rientreranno nella categoria dei beni di lusso, inoltre saranno maggiorati per chi decide di pagare con bancomat o carte di credito. Sono previsti anche premi ai negozianti che aderiranno alla Lotteria degli Scontrini. Il sorteggio dei premi sarà abbinato al codice dello scontrino e programmato mensilmente.

Obblighi e scadenze

I distributori automatici, tutti i grandi retailers o la grande distribuzione con fatturato annuo maggiore di 400.000 euro, saranno obbligati dal 1° luglio 2019 ad adottare il Registratore Telematico che permetterà la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi.
L’obbligo si estenderà a tutti gli altri esercenti soggetti ad IVA dal 1° gennaio 2020. Questa misura è volta a completare il complesso processo di certificazione fiscale. Il termine della scadenza non è più prorogabile.
Le scadenze per adeguarsi sono diverse a seconda del tipo di volumi d’affari:

• Scadenza al 01/07/2019 per tutte le attività con fatturato annuo maggiore di 400.000 euro.
• Scadenza al 01/01/2020 per tutti gli altri soggetti a IVA, anche ai commercianti al minuto

Vantaggi

Con l’adozione della procedura di invio telematico dei corrispettivi elettronici con Registratore Telematico 2019 tutto sarà più semplice, veloce e a prova di errore. Non avrai più bisogno di conservare il registro dei corrispettivi, non si verificheranno errori contabili e il tuo punto cassa disporrà di un canale di  omunicazione diretto con l’Agenzia delle Entrate.

Funzioni principali:
• Verifica ogni due anni invece che ogni anno = risparmio considerevole dei costi
• Lo scontrino ha validità esclusivamente commerciale e di garanzia dell’acquisto e può essere richiesto dal cliente per partecipare alla Lotteria degli Scontrini
• Fine obbligo di certificazione fiscale, sei tenuto all’emissione della fattura quando il cliente lo richiede
• Fine del Registro dei Corrispettivi perché sono sostituiti dallo Scontrino Elettronico
• Comunicazione diretta con L’Agenzia delle Entrate
• Si annulla il rischio di perdere documenti
• Si annullano gli errori durante la trasmissione dei corrispettivi elettronici
• Sicurezza e autenticità dei dati trasmessi garantite
• Riduzione del tempo dedicato al commercialista = più tempo per te e per gestire la tua attività

Credito d’imposta –  Registratore di cassa Telematico

L’invio telematico dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate è obbligatorio (D.L. 119/2018) ed attuabile tramite  Registratore Telematico, uno strumento che permette la memorizzazione e la trasmissione automatica dei dati. Ma dietro a questo obbligo è previsto anche un rilevante credito d’imposta per quanto riguarda l’acquisto e l’installazione di un RT che permette a te e al tuo punto cassa di essere in regola senza problemi. Per agevolare l’adeguamento dei punti cassa, che nel giro di un anno (2019 – 2020) dovranno inviare in automatico via Internet i corrispettivi giornalieri, è concesso un credito d’imposta del Registratore Telematico, un diritto riconosciuto direttamente agli esercenti che si adopereranno entro breve all’acquisto o all’adeguamento di un registratore di cassa alla versione telematica.

Rimborso del 50% per il Registratore Telematico

l tetto massimo rimborsabile sarà pari al 50% delle spese che hai sostenuto acquistando il Registratore Telematico per un massimo di euro 250. Se invece hai già un registratore di cassa di ultima generazione e devi solo procedere all’adeguamento l’importo è pari a euro 50.
I beneficiari del credito d’imposta Registratore Telematico sono sia le attività con obbligo di adeguamento entro luglio 2019, che tutti gli altri esercenti con adeguamento in scadenza a gennaio 2020.

Accreditamento per attivazione

Per rendere operativo un registratore telematico è necessario che l’esercente sia accreditato tramite il portale FATTURE & CORRISPETTIVI dell’Agenzia delle Entrate: https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/
È inoltre indispensabile che l’esercente abbia eseguito l’accreditamento allo SDI sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Infine per poter attivare fin da subito il proprio registratore telematico sarà sufficiente possedere i seguenti prerequisiti:
• Connessione a internet disponibile con accesso diretto per la stampante, non via router WiFi o hotspot cellulare
• Punto cassa raggiungibile da Cavo Ethernet con connettività Internet
• Presenza del Libretto Fiscale del dispositivo da trasformare
• Disponibilità della cassa inoperativa per almeno 60 minuti

Vedi la soluzione TeamSystem