+39 080-2141350 +39 080-3382183 [email protected]

Quando le aziende cercano un finanziamento il primo passo è quello di raccogliere quante più informazioni possibili sulle diverse opportunità messe a disposizione. A chi rivolgersi? Che somma richiedere? Quali sono gli interessi? Quali garanzie bisogna fornire? Cerchiamo di capire le differenze tra la cessione del credito e il prestito in banca per un’azienda in cerca di liquidità.

I lati positivi e negativi del prestito in banca

In Italia opera un ventaglio di istituti di credito molto differenti. Si spazia da quelli più giovani fino alle banche con una grande esperienza alle spalle. Le offerte di finanziamento non sono affatto poche. Moltissime banche, poi, offrono alle aziende italiane la possibilità di approfittare di alcune condizioni vantaggiose. Queste cambiano da banca e banca; inoltre possono anche variare nel tempo.

Ovviamente esistono banche che offrono a tutti i propri clienti interessati la possibilità di approfittare di offerte particolari, pensate proprio per le loro esigenze. Per questo la migliore soluzione è sempre quella di cercare tra varie banche per riuscire a trovare quella migliore. Il tutto ricordandosi che moltissimo dipende proprio dalla finalità del prestito. La banca deve conoscere il motivo per cui l’azienda si rivolge alla stessa per ottenere il finanziamento. La finalità va dichiara nel momento stesso in cui ci si rivolge alla banca che, a quel punto, può valutare la richiesta emettendo un preventivo. In base allo stesso, l’azienda può valutare se approfittare dell’offerta della banca oppure no. Dichiarando il fine del prestito è possibile aumentare le probabilità di ottenere a condizioni migliorative. Per esempio, dichiarando il motivo della richiesta del prestito è possibile ottenere dei tassi intorno al 5-6%.

Potrebbe persino essere conveniente richiedere un mutuo vero e proprio, anziché un semplice finanziamento. In questo caso i tassi d’interesse potrebbero essere ancora più bassi.

Vedi la soluzione TeamSystem

Non è affatto detto però che rivolgersi a un istituto di credito per ottenere il finanziamento necessario all’azienda sia la miglior scelta a priori. I tassi d’interesse sono comunque alti, la burocrazia impedisce di ottenere i soldi in maniera veloce e i tempi si allungano considerevolmente. Spesso le condizioni sono meno vantaggiose rispetto a quanto si può ottenere attraverso un servizio di cessione di un credito commerciale (cartolarizzazione del credito)

Cessione del credito presso una finanziaria

Le aziende finanziarie, ancor più delle banche, contribuiscono a creare delle offerte uniche nel loro genere. Cercano sempre di attirare l’attenzione dei clienti e, a una prima vista, sembrano migliori rispetto alle offerte degli istituti di credito.

Ovviamente è importante verificare ogni singolo aspetto dell’offerta: condizioni, tassi e limitazioni sono parte integrante di ogni offerta e non vanno sottovalutati. I punti principali da tenere in considerazione, in questi casi, sono relativi alle garanzie da prestare e ad eventuali condizioni di variazione delle rate o dei tassi durante il rientro della somma.

Ci sono poi anche variazioni rispetto al classico finanziamento come, ad esempio, l’Invoice Trading, con il quale le aziende interessate che hanno bisogno di liquidità immediata possono averla senza dover attendere troppo. Infatti, uno degli aspetti negativi dei finanziamenti di qualsiasi genere riguarda infatti proprio l’impossibilità di ottenere i soldi in dei tempi celeri.

Questo strumento innovativo prevede la possibilità di cessione del credito e l’azienda che lo cede potrà subito ricevere un acconto, senza che la cessione venga segnalata in Centrale Rischi. Il resto potrà essere ottenuto dall’azienda al momento della riscossione del credito al netto dei costi relativi all’operazione di cessione, solitamente meno elevati del ricorso ad un finanziamento generico, cioè senza la sottostante operazione di cartolarizzazione/cessione del credito.

Ogni finanziaria può operare secondo le proprie condizioni e offrire al cliente dei propri esclusivi servizi. Per questo si consiglia sempre di rivolgersi alla finanziaria cercando di capire quali servizi offre, se presso la stessa si può usufruire del servizio di Invoice trading e così via. Solo dopo aver valutato tutte le condizioni dell’operazione è possibile a tutti gli effetti richiedere che venga erogato l’anticipo sulla cessione del credito

Vedi la soluzione TeamSystem

Cessione del credito o prestito in banca: cosa scegliere?

Ogni proposta ha dei propri aspetti positivi e quelli negativi. Per questo scegliere non è affatto facile.

Se l’esigenza aziendale è la velocità di erogazione della somma necessaria, specialmente in momenti di crisi di liquidità, allora è da preferire la cessione del credito.
Se invece, in seguito ad un progetto imprenditoriale di consolidamento o di sviluppo, si ha bisogno di liquidità programmata, allora è preferibile il prestito: la documentazione ed il confronto con la banca, in questo caso, è utile anche per rivedere più e più volte il business plan che dovrà essere parte integrante della documentazione da allegare.

Per entrambi i casi, comunque, gli aspetti da tenere sotto controllo gli interessi per il finanziamento o i costi dell’operazione per la cessione del credito.

Va anche sottolineato che sebbene entrambe le soluzioni sono strumenti per ottenere liquidità, in realtà non è sbagliato organizzare un piano finanziario che preveda entrambi nell’ottica di avere liquidità sia a breve termine che a medio o lungo termine.

Se si vuole scegliere il giusto prestito senza errore si consiglia di seguire alcuni semplici passaggi.
In particolare:

  1. Bisogna sempre dichiarare qual è la finalità del finanziamento;
  2. Occorre valutare sempre diverse offerte per scegliere la più vantaggiosa;
  3. Richiedere il preventivo e leggerlo sempre completamente chiedendo dei chiarimenti sui punti poco chiari
  4. Avere ben chiaro il piano economico/finanziario (a 3 o 5 anni) che si vuole applicare alla propria attività così da poter scegliere fra le due soluzioni in modo corretto.

Pin It on Pinterest

Share This